silvia guardini


Vai ai contenuti

natura dell'anno 2015

CRONACHE dalla TERRA DI MEZZO > Anno 2015

Nel ciclico succedersi degli anni, il 2015 è il 32° anno del ciclo Jia Zi; iniziato energeticamente il 20 gennaio, è governato dal Tronco Celeste 2, Yi, e dal Ramo Terrestre VIII, Wei.

YI rappresenta una piccola piantina appena uscita dalla terra; ancora umida, ricurva e sinuosa, custodisce, nutre e radica in sè il potenziale della futura manifestazione (fioritura) della propria sostanza. Il suo simbolo è il bambù.
Wei rappresenta la pienezza della crescita, un albero carico di frutti maturi. Il suo simbolo è la cosiddetta "belimouchevre", cioè un animale misto tra un ariete, un montone e una capra.


I due simboli, abbinati, lascerebbero intendere che qualsiasi iniziativa venga quest'anno intrapresa, qualora dotata di adeguato radicamento e nutrimento, possa maturare e dare frutti, manifestandosi in concreta forma materica.
L'insidia potrebbe essere insita nel simbolo di wei: capra, montone o ariete, si tratta di un animale che comunque non si lascia cavalcare, sempre pericoloso sia davanti che dietro, a differenza del cavallo dell’anno precedente, il quale, per quanto bizzarro, è pur sempre cavalcabile in mezzo. Sarebbero quindi possibili quest'anno vari “colpi di scena”, consoni alla variabilità dell'umore dell'animale, il cui nome, “Yang”, è pure omofono allo yang di “yinyang”.
Nel caso fioriscano aspetti negativi, non andranno contrastati con la forza, ma ammansiti ed ammaliati, onde evitare che la capra si impunti e dia cornate...Non dobbiamo dimenticare che l'inverno scorso la temperatura è stata mite, quindi lo yang non è rientrato in profondità per nutrire lo yin, il quale nel nuovo anno fatica a radicare il fisiologico slancio della vita rinnovata, recando tensioni di vario tipo che potrebbero emergere, qualora fomentate.



Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu